appunti sparsi: La sfiga ci vede benissimo...

appunti sparsi

martedì, giugno 24, 2008

La sfiga ci vede benissimo...

Me ne vado in giro tutto contento con la Vespa di mio padre e mia sorella dietro a me quando vedo un'auto frenare e - mia sorpresa nonostante lo avessi fatto a mia volta - io che gli vado addosso.
Tutto a posto, tutti bene, nessuno si è fatto male, come va? Come ti chiami? Mi dai i tuoi dati? Ecc...
Potete immaginare la felicità del genitore al ritorno a casa. Ramanzina. Meritata. E poi? "Paghi tu i danni". Azz...un bel colpo alle mie già magre finanze. Per il ciclo piglia e porta a casa. E poi? Partenza, si torna a Roma. Evviva, andiamoci a prendere una cosa alla carrozza ristorante....tanto al ritorno nel nostro scompartimento saremo ben lieti di NON ritrovare la mia borsa...evviva! Che week end del cazzo....


A parte l'amenità di questo racconto ho una riflessione seria da fare. Io non so chi sia stato, non so come o perchè, so solo che la prima cosa che mi è venuta in mente è che fosse stato un rom o un extracomunitario. Probabilmente ho ragione, tuttavia mi scoccia e mi sorprende essere stato così "manipolato" dalla tv e dai giornali (verrebbe da dire dai colleghi....mah..) ed avere già deciso - al di là delle evidenze - chi era il colpevole. Credo di essere una persona ragionevole, e credo che la gravità della cosa sia tutta qui: quando anche le persone ragionevoli ragionano in schemi preconcetti allora siamo vicini alla tragedia...

5 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Dunque dunque... intanto mi dispiace un sacco per il tuo week end di pura cacca.. e poi tua padre la ramanzina se la poteva pure risparmiar visto che tu ne avanzi un bel po' che ancora non gli hai elargito e poi... Luk ti ricordo che tu non sei proprio un guidatore provetto, da quel che mi ricordo... soprattutto in 2. Tvb, coraggio, io questo mese ho totalmente investito i miei mille eurini in assicurazione, revisione e rata vacanza, e ho praticamente niente per tutto il mese.... mal comune, come si dice... conny

23:57  
Anonymous Anonimo said...

Per quanto riguarda l'altra parte del post l'unico consiglio che mi sovviene e quello di cominciare a votare lega per allineare praxis e poiesis.. non vorrai diventarmi isterico nel sublimare l'incongruenza tra es e io di cui sei palesemente vittima: il tuo credo laico e religioso ti imporrebbe infatti tolleranza ma come vedi l'istinto più primordiale che hai ti dice : extracomunitario ladro.. non è questione di tv, purtroppo la faccenda è molto più complessa e tu da buon antropologo dovresti saperlo... non basta fare zapping per smetterla con la logica diverso-cattivo, uguale-buono, idem

00:03  
Anonymous Arturo said...

certo, la TV devia, è vero...
ma i furti, che un tempo erano all'ordine del giorno in facoltà, erano commessi da "ragazzi-bene" che si annoiavano...

su, che la vita di sfighe ce ne propinerà di molto peggiori!!

22:06  
Blogger Ily said...

Azz....mi spiace =(

che dire per il resto...Hai ragione...ed è veramente preoccupante la cosa...
Ma penso che sia anche "umana"!E' tipico difendere cose,persone,idee quando ci sono "estranee", quando non ci "colpiscono in prima persona"!
Poi quando ci finiamo in mezzo noi,siamo pronti ad alzare il dito verso tutto e tutti.
Vero è, e non lo metto in dubbio,che i media e i politici hanno una buona parte di colpa.
Siamo diventati come bambini in balia dei messaggi subliminari delle pubblicità di giocattoli.

10:30  
Anonymous Betarice said...

Quoto Arturo.

Anche a me è stato rubato un borsello in stazione, dalla valigia che avevo sulla spalla sulla scala mobile e sono certa che dietro di me non ci fosse ne un Rom, ne un extracomunitario in genere.

Farei notare però una cosa.

Extracomunitario: un giapponese è un extracomunitario, anche un americano lo è.
Ma il termine ha assunto il significato di "clandestino".
Noi che siamo giovani (ahahahah!) e "acculturati" (ahahahahahahahahahahah!) perchè non proviamo a ridare a ogni termine il suo significato, smettendo di usarli nelle loro accezioni negative ed errate?

Come diceva Mario Rigoni Stern (mi auguro che tu abbia visto la sua intervista sul mio blog): E' importante dire la parola giusta per la cosa giusta.

12:43  

Posta un commento

<< Home