appunti sparsi: Ma Natale quando arriva?

appunti sparsi

martedì, dicembre 04, 2007

Ma Natale quando arriva?

Natale si avvicina. Non sembra. Voglio dire a me non sembra. Non ci sono gli spot, non ci sono le luminarie per la città, non c'è quell'aria strana. Sarà che non amo il Natale...ma la cosa non mi scoccia più di tanto e se non ci fosse il calendario a ricordarmelo, vivrei senza patimento questo periodo.
Ci sarebbe una precisazione da fare però: io amo il Natale "Gesù che si incarna", molto meno il periodo che porta con se festività ed altro. Sarà che mi scoccia doverlo passare diviso, come tutti i miei periodi di "vacanza": li devo fare (o subire) a metà...

3 Comments:

Anonymous Jessica said...

A metà... a costo di sembrare un profeta new age... ogni metà, in fondo, può costituire un intero a sé. E se per te è sempre stato così, a maggior ragione le metà dovrebbero essere diventate degli interi. Non è così? Tu faccele diventare. Insomma, vivi pienamente ogni frazione della tua esistenza. Credo possa valere la pena, se non perché cancella ciò che non ci piace, perché quanto meno ci fa portare alla luce ciò che ci piace... altrimenti messo in ombra. In ogni caso... BUON NATALE. Io sono di quelle che lo dicono davvero e non perché va detto, perciò prenditelo e non ribattere :-p

20:05  
Blogger Ily said...

Allora...
In quanto odiante del Natale, ti do ragione: non sembra che tra poco più di due settimane sarà il 25 Dicembre.
Non si respira l'aria e non c'è la classica atmosfera nataliazia che mi urta i nervi,...che mi rende suscettibile...Che mi fa diventare improvvisamente più acida e fredda.
E non parlo del "Natale-->nascità di Gesù",fatto religioso...
Ma del natale con la "n" minuscola...
Il natale della gente...Quello che pure chi non è cristiano festeggia.
Ipocriti!
Gente che ti sputa in faccia,che ti copisce alle spalle per 364 giorni l'anno...gente che se non ti cerca, che se ti vede per strada si volta dall'altra parte...Gente che crede superfluo fermarsi un attimo e sprecare un secondo del proprio tempo per vedere come stai...
Che,improvvisamente, perchè è il 25 Dicembre, ti saluta calorosamente se ti vede...si mostra interessata alla tua esistenza,che si presenta a casa tua per gli auguri...con un insulso pandoro, con una candela o sopramobile...che ti portano istintivamente a chiederti se siano reciclati dall'anno prima...
Gente che spera...spera in cosa!?
Di essere considerata migliore?
Bha...
Per quanto riguarda "a metà..."...
Credo di poter quotare ciò che ha detto Jessica...
...
E pure io,stanne certo, ti farò gli auguri di Natale...(anche se so di far parte di quel gruppo di persone che senti rarissimamente)
ciau

14:31  
Anonymous Adracoso said...

Inutile dirti che ti leggo sempre con piacere, anche se non è mia abitudine lasciare testimonianze del mio passaggio, perchè mi fa sentire come quei cani che marcano ogni angolo del palazzo. Immagino la seccatura di dover 'dividere' i propri periodi di vacanza, e come forse ricorderai anche io sono , mio malgrado, costretto ad imporlo anche alle mie figlie. E se questo sentimento si manifesta in te, che sei grande, grosso e barbuto, a maggior ragione è motivo di dispiacere per le mie piccine. Quest'anno faremo un esperimento. Passeremo il giorno di Santo Stefano insieme. Io, le mie figlie, la mia ex moglie ed i nostri corrispettivi. Anche le cose peggiori a volte non sono nere come sembrano. E che sia un Buon Natale davvero.

13:40  

Posta un commento

<< Home