appunti sparsi: La cena

appunti sparsi

mercoledì, agosto 29, 2007

La cena

Ore 16:30 sto cucinando. Fin qui nulla di strano, io cucino, mi piace farlo, non so se sono bravo, forse il vero problema è che sono pigro e per questo non lo faccio spesso.
Il problema del cucinare sorge non - come qualcuno potrebbe pensare - durante la preparazione (per quanto laboriosa possa essere) bensì nel momento critico della messa in tavola, ovvero: e se quello che hai cucinato non piace? Dannazione, si crea in questo caso uno di quei paradossi drammatici che il buon vecchio Doc Brown definirebbe come "lesivi del continuum spazio-temporale!!". Come quale paradosso? Se vuoi invitare qualcuno e fargli una sorpresa come fai a saperne in anticipo i gusti? La sorpresa te la fa l'invitato a quel punto!
Comunque posso darvi, dopo questa serata all'insegna della cucina, alcune dritte: tagliate sempre in quattro le zucchine, perchè se le saltate in padella vengono meglio, cercare di farlo mentre sono dentro a sfrigolare può non essere la cosa più facile (e saggia) del mondo. Secondo consiglio: non - e ripeto non - condite mai prima le verdure, fatelo all'ultimo momento, la verdura cruda con aceto e olio cuoce, letteralmente! Infine - questo è davvero il massimo consiglio che posso darvi in questo frangente - bucherellare la pasta frolla prima di metterla in forno non è un consiglio. E' un dogma.

La serata doveva prevedere un menù si composto:
- cocktail di scampi (portata saltata a piè pari)
- tonnarelli alla carbonara vegetariana
- tagliata di manzo con insalata (...almeno ho il pranzo per domani...)
- Crostata di crema e frutta fresca
ditemi un pò, non sono un uomo da sposare? Io dico di si, ma si sa che la mia opinione non conta un beneamato...

La serata con la carissima Pau però per fortuna è stata comunque ed al di là di ogni altra considerazione o aspettativa assai piacevole e la massima che ne è scaturita (ed io devo davvero iniziare ad appuntarmele tutte perchè certe sò gagliarde...): la vita è apparenza finchè non vengono a vedere il tuo bluff

La prossima volta però mi faccio fare il menù dai convitati....e che cazzo!

3 Comments:

Anonymous conny said...

Ciao Luk,
grazie per la premura di conoscere la mia situazione sentimentale per lo stato italiano, e volevo anche risponderti ma non ho tanta voglia di ricaricare il cellulare e non ho la tua mail, nè il tuo contatto su messanger (chissà se ne hai uno..)così uso questo spazio per salutarti, e spero che tu abbia passato una bella estate, e se posso, (chissà se posso, vabbè lo faccio) dirti che ti ho lasciato cattocomunista e ti ritrovo a rincorre le streghe con la forca, ahi ahi... baci baci, conny, sempre rifondarola :)

12:58  
Blogger LeLait said...

Eh Eh Eh, la voce del giudizio impervera ora che la diretta interessata si trova a commentare!!! A conti fatti però devo essere onesta, pasta veramente buona, ne ho preso credo due porzioni in tutto, e la torta una delizia, solamente andava un pochino più cotta, e no, il prozac non te l'ho preso io. dannazione, ogni volta passo sempre per una impasticcata:)
e se non fosse stato per me, mica te la saresti appuntata, quella massima di saggezza che mi hai tirato fuori!!

13:17  
Blogger Lillo said...

Meno male che qualcuno viene a salvarmi a quanto pare...

14:53  

Posta un commento

<< Home